Tu e AsdomarNotizie

olbia e su tunnu#GiornataMondialeDellaPoesia

Solo ASDOMAR ha in squadra un poeta capace di raccontarne la storia e le gesta.
Scrive di Olbia e nella lingua di Olbia.
Quale migliore giornata per farvelo conoscere della Giornata Mondiale della Poesia?
Grazie Barore Derosas!

OLBIA E SU TUNNU

Finzas dae maltu de su sessantatrese
In Olbia baida “fiagu de tunnu” in s’aera
Chi fidi vida, speranzia e bandera
Non solu pro chie leaiada su “mese”.

Poi est arrivada una mala temporada
E totta sa vida est finida, torrende in alzada.

S’est pesadu, però, Nettuno dae su mare
cun su tridente in sa manu dresta
narende “AJO’ ” tottu unidos a sa lestra
faghimus bonu e mannu s’ASDOMARE .

Su mundu l’ada nadu : ” Chie ti lu faghet fare ? ”
“Andadicche in s’Esteru pro gagnare” .
Ada rispostu : “Eo inoghe chelzo restare,
Cun zente orgogliosa chi trabagliada cun coro e amore”

Gai in Olbia est torradu su “fiagu de tunnu” in s’aera
Chi este vida, speranzia e bandera.

Olbia su vinti de jennalzu duemizzadeghessette

Barore Derosas                           

OLBIA E IL SUO TONNO

Sin dal lontano 1963
Ad Olbia si sentiva il profumo del tonno
Che era vita, speranza e punto di riferimento
Non solo per chi vi lavorava.

Improvvisamente è arrivato un ciclone
distruttore e la vita si è fermata

Il dio “Nettuno” alzatosi dal mare,
con il tridente nella sua mano destra
ha detto “AJO’ ” (dai forza) uniamoci
e facciamo grande e buono l’ASDOMAR.

Tutta l’opinione pubblica gli ha detto : ” Chi te lo fa fare ? ”
“Vai all’estero se vuoi guadagnare” .
Ha risposto : “Io voglio rimanere qui,
Con gente orgogliosa che lavora con cuore e amore”

Così ad Olbia c’è di nuovo nell’aria il profumo del tonno
Che è vita, speranza e bandiera.

Olbia, 20 Gennaio 2017

Salvatore Derosas

Torna su